Un frutteto sul terrazzo: la potatura di formazione.

Chi l’ha detto che non si possa avere un piccolo frutteto anche in città?Anche chi dispone di un piccolo terrazzino, può cimentarsi nella coltivazione di un albero da frutto, l’importante è scegliere le qualità nane. Perchè vi scrivo questo? Perchè Novembre è un ottimo mese per la messa a dimora delle piante da frutto sia a radice nuda che in vaso. Se avete acquistato la vostra piantina da frutto, ricordatevi che non potrete fare a meno di interessarvi alla potatura del vostro esemplare. Vediamo allora perché e come potare.

alberodifico

La pianta da frutto attraversa durante la sua esistenza tre fasi: la fase giovanile, quella della maturità e in ultimo quella della vecchiaia.
Nella prima fase, che dura due o tre anni, la pianta è concentrata sulla crescita a discapito della produzione di frutta che è nulla.
Nella seconda, l’attività vegetativa è in equilibrio con quella produttiva, la produzione di frutti procede con il vigore vegetativo della pianta.
Nella terza invece il vigore vegetativo e la produzione di frutti diminuiscono a causa dell’inevitabile invecchiamento dell’apparato radicale.
La potatura ha lo scopo di anticipare la seconda fase, quella della produzione, e nel contempo ritardare quanto più possibile quella della vecchiaia. In particolare con la potatura si mira a :
• equilibrare lo sviluppo della pianta, soprattutto nella prima fase, per indurre la formazione di rami laterali;
• ringiovanire l’esemplare per mancanza di cure adeguate;
• risanare se sono presenti rami danneggiati da malattie, grandine o gelo.

La potatura si deve effettuare in genere durante il riposo vegetativo e dopo la caduta delle foglie. Si possono effettuare anche potature leggere durante la primavera o l’inizio dell’estate, dette di contenimento.

IMG_4288

Per le giovani piantine che acquistiamo ora in vivaio, e che andremo a mettere a dimora proprio in questo mese, si parla di potatura di formazione. Questo perchè le piante non hanno subito interventi di potatura e si presentano semplicemente con l’apparato radicale e un fusto sottile, in genere alto 1-2 m di altezza. Questo giovane alberello da frutto, che viene chiamato astone, una volta messo a dimora verrà potato cimandolo per indurre la formazione di rami laterali. Se sono già presenti i rami laterali, questi diventano la base su cui formare le prime impalcature. Ricordate che nei primi 4/5 anni di vita delle piante da frutto,la potatura ha lo scopo di indirizzare la pianta verso la forma desiderata, cercando di mantenere un certo equilibrio tra chioma e apparato radicale. Successivamente si provvedere ad allargare e allungare la struttura, favorendo la formazione di branche di secondo o terzo grado.

Kumquat

Potete scegliere fra diverse specie da frutta adattabilissime al contenitore fra cui:
• mele,
• mirtilli;
• lamponi;
• ciliegie;
• pesche;
• pere;
• fichi;
• ribes;
• susine;
• agrumi;
• albicocco;
• alchechengi;
• fragole;
• kumquat;
• melograno;
• melone;
• more;
• olivo;
• passiflora;
• vite.

Non resta che accorrere in vivaio se già non lo avete fatto e comprare la varietà che più preferite!Ricordate di scegliere quelle nane!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...