Le piante da frutto sul terrazzo: i lamponi.

Buongiorno Capperi!Novembre è un ottimo mese per la messa a dimora delle piante da frutto. Molte varietà sono adattabilissime anche alla coltivazione in vaso perla gioia di noi giardinieri urbani.; fra queste oggi vorrei parlarvi della pianta di lampone. La pianta di lampone, rispetto agli altri cespugli da bacche, è quella che ha maggiormente conservato il suo carattere selvatico. Climaticamente il luogo di crescita originario dei cespugli è il sottobosco, per cui queste piante amano la penombra ed una costante copertura del terreno che dev’essere un terreno umido, acido e permeabile. Sono piante adattabilissime ad essere coltivate in vaso sul terrazzo, basta avere l’accortezza di riprodurre le condizioni ideali per la loro crescita. La parte perenne della pianta è rappresentata dal sistema radicale che ogni anno sviluppa numerosi ricacci che vengono detti polloni e che divengono rami fruttiferi nel secondo anno. Esistono due tipi di varietà di lampone: le varietà unifere producono frutti una sola volta all’anno sui rami dell’anno precedente; quelle bifere o rifiorenti producono una prima volta in autunno sulla parte superiore dei germogli dell’anno in corso e, nell’estate successiva, sui germogli laterali nati nel ramo che aveva rifiorito in autunno.

raspberry - lamponi

IMPIANTO Si possono mettere a dimora a partire da Novembre sino a Febbraio, acquistando la piantina già in vaso oppure anche a radice nuda. Se avete acquistato piante a radice nuda, prima della messa a dimora potete immergere le radici in un bagno di tisana di equiseto e argilla. Il vaso deve avere diametro di almeno 45 cm. Una volta messe a dimora potate i rami a 25 cm dal terriccio.

raspberry
CURE COLTURALI Il terreno deve essere di medio impasto, umido e ben drenato. Sebbene il terriccio da vasi contenga già molti elementi nutritivi, le piante devono comunque essere nutrite durante la stagione di crescita. I lamponi infatti necessitano maggiormente di azoto e potassio. In primavera concimate con stallatico maturo. Inoltre le piante in contenitore richiedono annaffiature più frequenti di quelle in piena terra perché maggiormente soggette alla disidratazione. Controllate sempre il terriccio e mantenetelo umido: la pacciamatura è la regola secondo natura per raggiungere lo scopo. E’ buona norma ogni inverno ricoprire la pianta in vaso con concime sotto il pacciame, sostituendo lo strato superficiale (circa 2,5 cm) con terriccio fresco già concimato . Ad inverni alterni invece ,se potete, rinvasate le piante, eliminando un po’ del vecchio terriccio dalle radici. Tagliate le radici raggrinzite, cercando di non danneggiare quelle fibrose.

lamponi
POTATURA Per la potatura bisogna distinguere tra le varietà unifere e le varietà rifiorenti. Per le varietà unifere a fruttificazione estiva, devono essere tagliati raso terra, dopo la raccolta, tutti i tralci che hanno fruttificato. Ricordatevi che i polloni di lampone germogliano in estate e fruttificano l’anno successivo per poi morire. Sono questi che devono essere potati. Eliminate anche tutti i rami giovani deboli e rovinati, in modo che i rimanenti ricevano più aria e luce possibili. Per le varietà rifiorenti, tutti i rami invece vanno potati raso terra in tardo inverno o primavera, e si effettuerà una seconda potatura più blanda a metà giugno, eliminando i polloni più deboli.

lamponi

Annunci

Un pensiero riguardo “Le piante da frutto sul terrazzo: i lamponi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...